NORMA CEI 11 – 27: DEFINIZIONE DI LAVORO ELETTRICO SOTTO TENSIONE

high-voltage

Secondo la norma CEI EN 50110 – 1 (CEI 11 – 48) art. 3.4.2 sono lavori elettrici tutti quei lavori su, o in prossimità di un impianto elettrico come prove o misure, sostituzioni, modifiche ampliamenti, montaggi, ispezioni e riparazioni.

I lavori elettrici possono essere eseguiti :

  • Sotto tensione;
  • In prossimità;
  • Fuori tensione.

Secondo la norma CEI 11- 27 si definiscono lavori elettrici sotto tensione (in BT) tutte le operazioni che prevedono la possibilità di contatto con le parti in tensione accessibili, ovvero tutte le volte che il lavoratore accede, con una parte del proprio corpo o con un attrezzo (isolante o conduttore), a meno di 15 cm dalle parti attive in tensione. Una parte attiva è una parte conduttrice in tensione nel servizio ordinario, tuttavia, nel momento dell’esecuzione dei lavori, essa può essere in tensione, oppure  fuori tensione e priva di carica.

Qualora la parte attiva fosse in tensione, le misure di sicurezza necessarie affinché si riduca il rischio di folgorazione o arco elettrico, prevedono il ricorso a specifici provvedimenti di sicurezza, oltre all’isolamento della persona addetta ai lavori.

In caso di lavori elettrici fuori tensione è ad ogni modo fondamentale garantire che la parte attiva sia a fuori tensione a tutti gli effetti.

La norma CEI 11 – 27 identifica inoltre un’ulteriore tipologia di lavoro elettrico, definito “in prossimità”. Questa tipologia si presenta quando la parte attiva è in alta tensione ed il lavoratore accede, con parte del corpo o un attrezzo (isolante o conduttore), a meno di 65 cm dalle parti attive in tensione accessibili. Anche in questo caso è obbligatorio adottare particolari precauzioni contro il rischio elettrico, non essendo sufficienti le misure richieste per lavori elettrici fuori tensione.

Da quanto espresso sopra si deduce che la distanza entro la quale può avvenire una scarica elettrica in aria (distanza elettrica, CEI 11 – 48 art 3.7.2) aumenta all’aumentare della tensione. Tuttavia, è basilare ricordare che spesso mantenere queste distanze non è sufficiente. Il lavoratore potrebbe comunque entrare involontariamente in contatto con le parti attive attraverso parti del corpo o per mezzo di oggetti, a seguito di un movimento accidentale dell’operatore. Per questo ed altri motivi i lavori elettrici sotto tensione possono essere eseguiti solo da soggetti che, oltre ad essere in possesso dei requisiti previsti per le PAV/PES, abbiano la capacità tecnica, per la formazione conseguita e l’esperienza maturata, di eseguire tali lavori. Tali lavoratori sono comunemente identificati come Persone idonee (PEI). L’acronimo PEI non è presente nella norma CEI 11-27, ma è divenuto di uso comune per indicare una persona idonea ad eseguire lavori elettrici sotto tensione in BT.

Il testo completo della norma CEI 11-27 è disponibile presso il sito ufficiale del CEI

Per approfondimenti si consiglia la lettura dell’articolo pubblicato qui.

Tags: , ,

CONTATTI:

Sede legale: Piazza Serenissima 60, 31033 Castelfranco Veneto (TV)
Sede operativa : Via dell'Artigianato 23, Loreggia (PD)
E-mail : info@elettra-italy.com
Telefono : 049 9302168/69
Fax : 049 9302170

Seguici su:

Orario reperibilità:

Assistenza 24h su 24

ItalyEnglishFrenchSpain