L’energia rinnovabile trasformerà i cittadini in energy citizens

collage of green nature landscape with planet Earth above it

Qualcosa di nuovo si sta percependo nell’aria e presto diverrà quella concreta rivoluzione che cambierà radicalmente il settore dell’energia. La conferma arriva dritta dritta da un rapporto dell’istituto di ricerca ambientale CEDelf, entro il quale si anticipa la prorompente comparsa di una cittadinanza sempre più attiva nel sistema energetico: gli energy citizens, ovvero “i cittadini dell’energia“.

Questa evoluzione nasce da una marcata condivisione di quei valori legati al rispetto dell’ambiente e all’abbattimento dei consumi, traducibile nella sempre più frequente riconversione delle fonti energetiche, a favore delle fonti di energia rinnovabile.

I consumatori, dunque, si prestano a diventare allo stesso tempo produttori, generando una nuova classe di cittadini che apre le porte a un modello più democratico, in cui ciascuno procura energia per sé stesso e per gli altri. Secondo il rapporto del CE Delft, nel 2050 gli energy citizens saranno all’incirca 264 milioni in Europa, il che significa che quasi la metà della popolazione sarà autonomamente in grado di soddisfare il 45% della domanda comunitaria di energia.

Sempre nello stesso documento sono inoltre indicate le percentuali statistiche di cittadini dell’energia previsti per ciascuno stato. In Italia si prevede che entro il 2050 all’incirca 2 cittadini su 5 contribuiranno alla produzione di energia . In 43 anni si arriverebbe quindi a produrre il 34% del totale dell’energia elettrica nazionale con le fonti rinnovabili distribuite. Chi saranno i futuri cittadini dell’energia in Italia? La distribuzione può essere sintetizzata sommariamente in questo modo: 25% PMI; 37% impianti domestici; 37% cooperative, 1% enti pubblici.

Questi dati, e tale rapporto, sono stati interiorizzati anche dalla commissione europea, che ha da poco redatto una direttiva comunitaria sulle energie rinnovabili.

La direttiva rinnovabile si pone l’obiettivo di promuovere una partecipazione attiva dei cittadini e delle comunità locali nella regolazione delle leggi della domanda e dell’offerta di energia elettrica. L’obiettivo è di incentivare l’autoproduzione di energia per sé stessi e per il resto della comunità. Tuttavia, sebbene gli ingredienti siano stati identificati, il segreto della ricetta migliore dev’essere tuttora scoperto, cosicché di una pianificazione ancora non se ne può dettagliatamente parlare. Una cosa certa è che non sarà presa in considerazione l’unificazione dei regimi incentivati; esistono difatti ancora troppe differenze tra le varie parti della comunità per poter parlare di armonizzare gli incentivi in tutta Europa.

CONTATTI:

Sede legale: Piazza Serenissima 60, 31033 Castelfranco Veneto (TV)
Sede operativa : Via dell'Artigianato 23, Loreggia (PD)
E-mail : info@elettra-italy.com
Telefono : 049 9302168/69
Fax : 049 9302170

Seguici su:

Orario reperibilità:

Assistenza 24h su 24

ItalyEnglishFrenchSpain